13 Consigli per Scrivere il Titolo di una Canzone.

Il Titolo di una Canzone è una parte importantissima della presentazione di un brano, specie se pensiamo ad alcuni fattori come lo streaming o l’invio di demo alle etichette discografiche.

E’ dal titolo che si gioca la possibilità di far “cliccare” le persone su quel determinato brano in base all’interesse che quel titolo riesce a suscitare.

Provate per un attimo ad immaginare di essere un discografico, un produttore che riceve decine e decine di demo al giorno da parte di aspiranti autori e cantautori. Il discografico in questione si ritrova una marea di nomi e titoli da riprodurre. Gli sottopongono due titoli e siccome è stanco ne riprodurrà solo uno tra: Perché ti amo o Ringo Starr.

Quale titolo avrà secondo voi più possibilità di incuriosire il discografico?

E’ evidente che sin dal titolo è necessario catturare l’attenzione a meno che non siamo già artisti affermati ma soprattutto all’inizio, quando occorre farsi strada nel mondo del songwriting è necessario essere creativi, incuriosire, agganciare il pubblico sin dal titolo.

E allora ecco qui riassunti, attraverso l’ausilio di esempi noti, 13 consigli per scrivere un buon titolo per una canzone:

 

  1. Titolo a parola unica spesso un aggettivo *
    Ci si chiede a chi o cosa quell’aggettivo possa essere riferito.
    Esempi: Meraviglioso Negramaro, Sincero Bugo/Morgan, Azzurro Celentano, Pigro Ivan Graziani. A volte il titolo con aggettivi può essere composto da più di una parola è il caso di Piccola e Fragile di Drupi, Così Celeste Zucchero, Stupendo fino a qui Alessandra Amoroso.

  2. Titolo con Metafore *
    Figura retorica che accosta due parole. Parole di Burro Carmen Consoli,  Light my fire The Doors, Vivere a colori Alessandra Amoroso, Piccola Stella Senza Cielo, Ligabue

  3. Titolo con Similitudine *
    Come la metafora ci consente di accostare due concetti ma necessita dell’avverbio di paragone.
    Come Musica Jovanotti, Come le onde The Kolors feat JAx, Come il Sole All’Improvviso, Zucchero.
  4. Titoli che indicano luoghi precisi*
    Sweet Home Chicago, Sweet Home Alabama, Kansas City, Netbush City Limits Tina Turner, Napul è Pino Daniele, Lasciarsi un giorno a Roma Niccolò Fabi, Portaportese Claudio Baglioni.
  5. Titoli con l’uso della Sinestesia *
    Accostamento di vocaboli che appartengono a organi di senso diversi.
    L’ora è buia Verdena.
  6. Accostare termini apparentemente non correlati *
    E’ uno dei modi indubbiamente più efficaci per attirare l’attenzione, l’importante è che nel testo poi si sveli l’associazione e la correlazione tra i due termini.
    Bambolina e Barracuda Ligabue, Pomezia + Amarena Calcutta.
    Lo spettatore non ama essere preso in giro dunque usate questo tipo di tecnica se anche il testo in qualche modo si presta al “gioco”.
  7. Titoli con Antitesi * ovvero vocaboli dal significato opposto
    Black or White Michael Jackson, Father and Son Cat Stevens, Verofalso Paolo Meneguzzi.
  8. Titoli con una Connotazione Temporale *
    Canzoni che indicano una data, un mese dell’anno, un giorno, ecc.
    29 Settembre Battisti/Mogol, Novembre Giusy Ferreri, 4 Marzo 1943 Lucio Dalla, November rain Guns’n’Roses, 7e40 Battisti/Mogol.
  9. Titolo con Ossimoro * ovvero vocaboli contrari per esprimere lo stesso significato.
    The sound of silence Simon&Garfunkel, La voce del silenzio Massimo Ranieri.
  10. Titoli con Nomi di Persona *. La lista è infinita. Può non essere il modo migliore per catturare l’attenzione ma è sicuramente una delle vie preferite degli autori quando dedicano una canzone ad una singola persona.
    Diana Paul Anka, Irene Pinguini Tattici Nucleari, Maria Blondie, My Sharona The Knack, Gabri Vasco.
  11. Titoli con Iperbole * ovvero esagerazioni volontarie operate dall’artista.
    Il Cielo in Una Stanza Gino Paoli, Almeno Tu nell’Universo Mia Martini.
  12. Titoli con neologismi o giochi di parole *
    Uno degli esempi storici è Malinconoia di Marco Masini o Svalutation di Celentano. Si tratta di una tecnica che richiede creatività e soprattutto lasciare libera la fantasia. Tra i giochi di parole possiamo ricordare Iodio dei Bluvertigo, La banalità del mare Pinguini Tattici Nucleari, Born to be Abramo Elio e le Storie Tese.
  13. Titoli che iniziano col Se…* ovvero quei titoli che pongono un interrogativo e che fanno restare l’ascoltatore in ascolto per sapere come finisce la frase.
    Se io se lei Biagio Antonacci, Se stiamo insieme Cocciante, Se Telefonando Mina, Se tu non torni Miguel Bosé, Se tu fossi qui Pino Daniele, Se mi vuoi Pino Daniele.

E qui la nostra personale lista dei titoli più strani e fantasiosi della storia capaci di catturare l’attenzione a prima vista:

L’era del Cinghale Bianco, Battiato
Hanno ucciso l’Uomo Ragno, 883
Il mare impetuoso al Tramonto salì sulla luna e dietro una tendina di stelle… Zucchero
Solo una sana e consapevole libidine salva il giovane dallo stress e dall’Azione Cattolica, Zucchero
Smell like Teen Spirit, Nirvana
Shine on You Crazy Diamond, Pink Floyd
Disperato Erotico Stomp, Dalla
Non si esce vivi dagli anni ’80, Afterhours
Il Vitello dai Piedi di Balsa, Elio e le Storie Tese
Il più Grande Spettacolo dopo il Big Bang, Jovanotti

Pages: